Itinerari

Itinerari Escursioni e trekking

I percorsi proposti sono di diversa difficoltà: alcuni di essi, risultano tranquillamente effettuabili con tutta la famiglia e in totale serenità; altri invece, mirati agli esperti e appassionati nel settore.

Ovviamente in entrambi i casi, oltre al buon senso, vige la regola di ricordarsi sempre di portare l’equipaggiamento adeguato, tra cui scarponcini adatti a proteggere il piede da slogature, la giusta dose di acqua ed un telefono cellulare per le emergenze. Riportiamo qui di seguito alcuni itinerari di diversa natura, che il turista potrà scegliere in base alle proprie esigenze, capacità e preferenze. Questi percorsi, in aggiunta alle dettagliate cartine reperibili presso la sede dell’ Ufficio Informazioni di Serina, illustrano con esattezza i percorsi effettuabili.

 

“Insegnerei ai bambini a conoscere gli alberi come fossero persone , a tenere i piedi nudi nell’acqua ghiacciata di un torrente.A fare camminate, ma poco per volta.Ad arrampicare, per perdere timidezza e acquisire sicurezza.A riscoprire le storie e le tradizioni di una volta, che contengono pillole di saggezza che rischiano di andare perdute”.

ITINERARIO 1

Il primo itinerario prevede la partenza da Serina, attraverso autobus di linea o tramite mezzi propri, in direzione Passo di Zambla. Immersi nello splendido panorama del Monte Alben e dei i prati circostanti, caratterizzati dalla presenza di svariate antiche cascine, si potrà accedere a Valpiana. Una volta giunti presso la località, distante circa 3km da Serina, i visitatori potranno trovare le indicazioni per “Ca’ di Zoch”, punto di partenza delle piste da sci nordico che collegano Valpiana con il Colle di Zambla. Queste ultime, innevate durante i mesi invernali, nei mesi estivi si prestano come percorsi lunghi oltre 20 km quasi pianeggianti, ottimi per passeggiate nei boschi con bimbi e anziani.

Riprendendo il viaggio in macchina e continuando alla volta del Colle di Zambla, i turisti potranno inoltre ammirare il Monte Menna, e lungo il suo fianco sinistro, potranno notare una strada forestale che sale fino ai pascoli: un’ altra potenziale meta per una delle numerose piacevoli gite da affrontare, ma questa volta, attuabili preferibilmente da sole persone adulte, dotate di un buon allenamento alle spalle. Anche lungo le pendici del Monte Arera risulta tracciata una strada agricola che porta fino a Capanna 2000, famosa meta di sportivi e appassionati e luogo ideale per rifocillarsi e trascorrere una piacevole sosta. Presso il Passo di Zambla infine, una strada sterrata segna la partenza dell’ anello delle piste di fondo che, lungo circa 25km, congiunge Zambla a Oltre il Colle e Serina, lungo un percorso totalmente immerso nel panorama boschivo.

ITINERARIO 2

Il secondo itinerario propone un percorso che parte da Serina, in via Pineta e attraversa il sentiero CAI n. 502 che porta al Passo del Saplì. Prevalentemente in salita e concentrato completamente nel bosco, il sentiero porta fino alla vetta del Monte Alben. Il tempo di percorrenza stimato per raggiungere la croce all’ altezza di 2019 mt. è di circa 4 ore, mentre per raggiungere il passo del Saplì, basta solamente 1 ora e mezza. Un’ ottimo percorso quindi per coloro che desiderano ammirare il panorama ed entrare a contatto con la natura, senza eccessivi sforzi fisici.

ITINERARIO 3

Anche il terzo itinerario prevede la partenza da Serina, in via Pineta. Seguendo le indicazioni per il Passo del Supplì, una volta giunti al raccordo con la pista di fondo, è necessario abbandonare il sentiero che prosegue in direzione del Monte Alben, per percorrere invece la pista di fondo in direzione Valpiana. Dopo circa 1 ora di cammino si giunge in località Ca di Zoch.

ITINERARIO 4

L’ ultimo itinerario proposto, ha come punto di partenza Via Cardinal Cavagnis, in centro Serina.  Percorrendo il sentiero in direzione Corone, dopo circa un ora di cammino, i turisti giungeranno in paese e potranno proseguire in direzione del Monte Zucchino, luogo caratterizzato da splendidi panorami e un’ atmosfera di totale quiete. Percorsi scelti a seconda delle diverse caratteristiche paesaggistiche ed esperienze uniche nel loro genere, che solo il vasto territorio della Val Serina può offrire.

Prima di intraprendere qualunque percorso è vivamente consigliato passare dall’ ufficio iformazioni di Serina, al fine di ricevere delucidazioni sui percorsi e sulle loro condizioni di agibilità. Si ricorda inoltre, che i visitatori avranno la possibilità non solo di affrontare attività di trekking e passeggiate, ma anche di entrare a contatto con il patrimonio artistico e culturale di Serina, presso le principali chiese, il monastero della S.S. Trinità, il porticato di San Bernardino da Siena e le antiche contrade.